top of page

L'enigma degli insetti in inverno: cosa accade alle zanzare e ad altri insetti durante i mesi freddi?

Nell'attività incessante della natura, ci sono molte curiosità che ci spingono a chiederci cosa accada agli insetti durante i freddi mesi invernali. In particolare, ci si chiede dove vadano le zanzare e gli altri insetti che hanno tormentato le nostre serate estive.

Affrontiamo questa domanda intrigante e scopriamo il destino degli insetti durante l'inverno.

Durante l'estate, gli insetti sono onnipresenti, da zanzare a mosche, scarafaggi e molte altre specie. Tuttavia, con l'arrivo delle temperature più fredde, molti di questi insetti sembrano misteriosamente scomparire dalla circolazione. Cosa succede loro durante i mesi invernali?


È di vitale importanza anticipare il problema della disinfestazione, specialmente in risposta alle crescenti minacce come la diffusione della Dengue. Rivolgersi a ditte specializzate e certificate come Luxor garantisce un intervento efficace e mirato, utilizzando metodi sicuri e approcci professionali per proteggere la salute pubblica e prevenire la proliferazione di zanzare vettori di malattie.




puntura di zanzara

















Gli insetti, come le zanzare e molti altri, possono adottare strategie di sopravvivenza adattative durante i mesi invernali, quando le condizioni ambientali diventano ostili.

Per capire questi comportamenti dobbiamo ricordare che gli insetti, a differenza di altre specie viventi, non sono in grado di regolare autonomamente la loro temperatura corporea e per questo si definiscono Eterotermi.


Gli Eterotermi:

Gli eterotermi sono organismi che non regolano internamente la propria temperatura corporea, ma dipendono dalle condizioni esterne. Durante l'inverno, gli insetti eterotermi possono ridurre le loro attività metaboliche per conservare energia e sopravvivere. Questo comporta spesso una diminuzione della mobilità e una riduzione delle funzioni vitali. Le zanzare, ad esempio, possono cercare rifugio in luoghi freschi e umidi, dove l'attività metabolica è ridotta al minimo per conservare energia.


La Diapausa

La diapausa è uno stato di dormienza che alcuni insetti utilizzano in risposta a specifici segnali ambientali, come le temperature fredde o la diminuzione della luce solare. Durante la diapausa, l'insetto rallenta il suo metabolismo, interrompe le attività riproduttive e può cercare rifugio in luoghi protetti, come sotto la corteccia degli alberi, all'interno di cavità o nelle abitazioni umane.

Ogni specie va in diapausa in diversi stadi del proprio sviluppo:


  • stadio di uova

  • stadio di larva

  • stadio adulto.


La diapausa è un processo innescato da meccanismi genetici e regolato da segnali ormonali. Gli insetti che affrontano l'inverno allo stadio larvale subiscono variazioni metaboliche cruciali. Durante questo periodo, perdono acqua e accumulano riserve di grassi e zuccheri per garantire la sopravvivenza durante i mesi freddi. Per evitare il congelamento dell'emolinfa, il fluido corporeo degli insetti, sia le larve in diapausa che quelle attive durante l'inverno, accumulano sostanze antigelo come il glicerolo. Queste sostanze proteggono le membrane cellulari dagli effetti dannosi delle basse temperature, consentendo agli insetti di sopravvivere ai rigori dell'inverno.


Zanzare


Le zanzare sono tra gli insetti più fastidiosi durante l'estate, ma dove vanno quando le temperature scendono? Contrariamente alla credenza popolare, molte zanzare non muoiono semplicemente durante l'inverno, ma passano attraverso il processo di diapausa.


La zanzara comune, nota scientificamente come Culex pipiens, adotta una strategia di sopravvivenza peculiare durante i mesi invernali. In questo periodo, l'adulto entra in uno stato di quiescenza noto come diapausa, cercando rifugio in fessure e anfratti protetti e più caldi.


D'altra parte, la zanzara tigre, o Aëdes albopictus, anticipa la sua tregua invernale già allo stadio di uovo. Le femmine, incapaci di sopportare le basse temperature, depositano migliaia di uova in luoghi riparati durante l'autunno, in attesa che il caldo le faccia schiudere.


Il momento in cui inizia la diapausa non è influenzato solo dalle temperature fredde, ma anche dal fotoperiodo, ovvero dalla durata del giorno rispetto alla notte. Una recente ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Insects ha rivelato che l'inquinamento luminoso può disturbare l'inizio della diapausa nelle zanzare Culex pipiens.


In altre parole, la luce artificiale delle città durante la notte può interferire con il naturale ciclo di riposo, prolungando la vita degli esemplari urbani rispetto ai loro simili in ambiente naturale.


Insetti volanti


Molte specie di insetti volanti, come farfalle e api, hanno strategie diverse per affrontare l'inverno. Alcune migrano verso climi più caldi, altre cercano rifugi protetti come cavità degli alberi o crepe nelle rocce. Alcuni insetti, come le farfalle monarca, intraprendono viaggi migratori incredibili per raggiungere le aree di svernamento in Messico.


Api

Durante i mesi invernali, le api domestiche (Apis mellifera) si rifugiano nell'alveare per proteggersi dal freddo. Quando le temperature scendono al di sotto dei 10°C, l'ape regina smette di deporre uova, mentre le api operaie avranno il compito di mantenere una temperatura costante nell'alveare. Per fare ciò si radunano tutte intorno alla regina, formando un gruppo stretto che si riscalda contraendo ritmicamente il torace per generare calore. Le api si alternano tra la parte esterna e interna del glomere e utilizzano il miele per sostenere l'attività di riscaldamento.


Insetti terrestri


Gli insetti terrestri, come gli scarafaggi e i coleotteri, possono passare l'inverno nel terreno o sotto detriti vegetali, dove trovano riparo e protezione dal freddo. Alcune specie possono entrare in uno stato di letargo per conservare energia fino alla primavera.


Formiche

Durante il periodo invernale, le formiche adottano diverse strategie per sopravvivere al freddo e alla scarsità di cibo. Alcune specie di formiche scavano gallerie più profonde nel terreno per raggiungere strati più caldi e sicuri. All'interno del loro nido sotterraneo, le formiche possono raggrupparsi insieme per condividere il calore corporeo e mantenere una temperatura accettabile. Inoltre, molte specie di formiche accumulano riserve di cibo durante i mesi più caldi per consumarle durante l'inverno, riducendo così la necessità di uscire dal nido in cerca di cibo. Alcune specie possono anche rallentare le loro attività metaboliche per conservare energia durante i periodi di inattività invernale. Se vuoi saperne di più sulla disinfestazione contro le zanzare clicca quì e leggi l'articolo di approfondimento.


Insetti acquatici


Gli insetti acquatici, come le larve di zanzara e le libellule, possono sopravvivere all'inverno nelle acque profonde dei laghi e dei fiumi, dove la temperatura è più stabile rispetto alla superficie. Inoltre, alcune larve di zanzara possono trasformarsi in uno stadio dormiente, chiamato pupe, che galleggiano in attesa di condizioni favorevoli per emergere come zanzare adulte.


Proteggi la tua salute


In sintesi, gli insetti adottano una varietà di strategie per sopravvivere ai rigori dell'inverno, dalla diapausa all'ibernazione, dalla migrazione alla ricerca di rifugi protetti. Anche se sembrano scomparire dalla circolazione, gli insetti giocano un ruolo vitale negli ecosistemi e ritornano in forze con l'arrivo della primavera, pronti a riprendere il loro ciclo vitale e a riempire il mondo di vita e attività.


Affidati a professionisti qualificati come Luxor può garantire interventi mirati ed efficaci, contribuendo così a preservare il benessere pubblico e l'ecosistema circostante.





Comments


bottom of page